Dedicato agli utenti della Mela
 

Dal Mac al PC

Trystero 7 Apr 2017 13:20
https://www.thepixellab.net/mac-vs-pc-as-a-motion-designer-the-end-of-an-era

Il brutto è che dopo trent'anni di Mac sono d'accordo con
quell'articolo.

E sembra siano d'accordo anche alla Apple se è vero che...

"Apple is currently ******* at work on a "completely rethought" Mac Pro,
with a modular design that can accommodate high-end CPUs and big honking *******
running GPUs, and which should make it easier for Apple to update
with new components on a regular basis. They're also working on
Apple-branded pro displays to go with them."

http://daringfireball.net/2017/04/the_mac_pro_lives

Vedi anche:
https://macpro.macrumors.com
Claude 7 Apr 2017 15:03
On 07/04/2017 13:20, Trystero wrote:
> https://www.thepixellab.net/mac-vs-pc-as-a-motion-designer-the-end-of-an-era
>
> Il brutto è che dopo trent'anni di Mac sono d'accordo con
> quell'articolo.
>
> E sembra siano d'accordo anche alla Apple se è vero che...
>
> "Apple is currently ******* at work on a "completely rethought" Mac Pro,
> with a modular design that can accommodate high-end CPUs and big honking
> ******* running GPUs, and which should make it easier for Apple to update
> with new components on a regular basis. They're also working on
> Apple-branded pro displays to go with them."

Si ok, ma a che cifre?

Un'altra cosa che non mi spiego è come un pro possa passare da una
piattaforma all'altra senza colpo ferire. Ma le licenze del software?

ps. il macpro 2013 ihmo è il nuovo cube. Bellissimo, ma costoso e troppo
troppo di nicchia.
Aladino 7 Apr 2017 15:13
Trystero <diego.trystero@gmail.com> wrote:

> Il brutto è che dopo trent'anni di Mac sono d'accordo con
> quell'articolo.
Perché non hai ancora provato un Windows 10, che si aggiorna da solo (e
non c'è modo di impedirglielo salvo lavorare offline) ma che non riesce
nell'intento... entrando in un loop: scarica aggiornamento, installa
aggiornamento, riavvia, annulla aggiornamento, riavvia, disinstalla,
riavvia, prpara il funzionamento di windows, riavvia, end looop.
Nel mio caso *****intosh dualboot su *****ware Dell Optiplex (nato con Win
7 Pro e aggiornato a Windows 10 Pro), preso come muletto per il MacPro,
ma mio figlio ci vuole usare Windows.

--
Per contattarmi, togliere -NOSPAM- dall'indirizzo.
To contact me, remove -NOSPAM- from address.
Trystero 7 Apr 2017 16:32
Aladino <borgobello-NO@SPAM-alice.it> wrote:

> Trystero <diego.trystero@gmail.com> wrote:
>
>> Il brutto è che dopo trent'anni di Mac sono d'accordo con
>> quell'articolo.
> Perché non hai ancora provato un Windows 10, che si aggiorna da solo (e
> non c'è modo di impedirglielo salvo lavorare offline) ma che non riesce
> nell'intento... entrando in un loop: scarica aggiornamento, installa
> aggiornamento, riavvia...

Ho anche un vecchio PC con Windows. Lo uso per piccoli programmi tipo
conversioni di ******* CAD, e comunque per avere un appoggio nel caso di
incompatibilità (sempre più rare).
C'era Windows7 e, conoscendo pochissimo l'ambiente, ho lasciato che si
aggiornasse a Windows 10.
Tutto piantato. Inverosimilmente lentissimo.
Ovviamente la colpa è dell'*****ware vecchio, ma da allora credo di
averlo acceso solo due o tre volte.

Comunque hai ragione, non ho nessuna esperienza di vero lavoro su
Windows, e non so come mi troverei. Forse molto male se ancora mi
in*****o se quando collego una chiavetta o un HD non lo vedo comparire
sul desktop :-)

Però già col mio rivenditore Apple mi era scappato un "Questo è il mio
ultimo Mac! il prossimo sarà un PC". Poi non lo farò... lo so già... ma
la delusione col nuovo MacPro (acquistato in maggio 2014) c'è stata.
Forlimpopoli 8 Apr 2017 10:35
On 2017-04-07 11:20:29 +0000, Trystero said:

> https://www.thepixellab.net/mac-vs-pc-as-a-motion-designer-the-end-of-an-era
>
> Il brutto è che dopo trent'anni di Mac sono d'accordo con
> quell'articolo.
>
> E sembra siano d'accordo anche alla Apple se è vero che...
>
> "Apple is currently ******* at work on a "completely rethought" Mac Pro,
> with a modular design that can accommodate high-end CPUs and big honking
> ******* running GPUs, and which should make it easier for Apple to update
> with new components on a regular basis. They're also working on
> Apple-branded pro displays to go with them."
>
> http://daringfireball.net/2017/04/the_mac_pro_lives

Potrebbe essere troppo caro e troppo tardi. Sono indietro di 5 anni. E
nell'ambiente tecnologico 5 anni sono più di una vita.
Custodian of Records 8 Apr 2017 14:19
Il 07/04/2017 16:32, Trystero ha scritto:

> Comunque hai ragione, non ho nessuna esperienza di vero lavoro su
> Windows, e non so come mi troverei. Forse molto male

tutta questione di abitudine, a me ad esempio visivamente da più
fasti***** il dock su mac

> in*****o se quando collego una chiavetta o un HD non lo vedo comparire
> sul desktop :-)

ti si aprirebbe la finestra in automatico (se la imposti così)
Herik 8 Apr 2017 15:34
<Forlimpopoli> wrote:

> Sono indietro di 5 anni.
*******

--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]
Beppe 8 Apr 2017 17:14
Herik <herik@heriknospaanammm.com> wrote:
> <Forlimpopoli> wrote:
>
>> Sono indietro di 5 anni.
>
> *******
>

Diciamo che ha esagerato, ma a livello di macpri gli è andata bene che
Intel, grazie alla vacanza di prestazione di and negli ultimi 5 anni, ha
presentato sempre processori con modifiche marginali tra una generazione e
l'altra, più votate al contenimento dei consumi che all'incremento di
prestazioni.
Il macpro è da un paio di anni che ha un rapporto prezzo prestazioni non
competitivo.
Arruba 8 Apr 2017 18:49
<Forlimpopoli> wrote:

> Potrebbe essere troppo caro e troppo tardi. Sono indietro di 5 anni. E
> nell'ambiente tecnologico 5 anni sono più di una vita.

Ma anche no.
È sempre pieno di articoli - l'ultimo su Affari e Finanza di Repubblica
del 27 marzo - che suggeriscono che Apple stia studiando di passare a
processori che si fa da sola, visto che Intel è ferma sullo sviluppo.


--
I'll have mine stirred, not shaken, and with two olives.
<http://www.robertocipriani.it/>
Herik 8 Apr 2017 23:25
Beppe <no_email@invalid.invalid> wrote:

> Il macpro è da un paio di anni che ha un rapporto prezzo prestazioni non
> competitivo.

su questo sono d'accordo, è caro e non può montare processori molto
veloci o multicore pesante, visto che se non mi sbaglio sono arrivati a
22 core...
--
E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Erano cinque: mi toccai le palle. [Paolo Pellegrino]
Beppe 10 Apr 2017 08:45
On 08/04/2017 23:25, Herik wrote:
> Beppe <no_email@invalid.invalid> wrote:
>
>> Il macpro è da un paio di anni che ha un rapporto prezzo prestazioni non
>> competitivo.
>
> su questo sono d'accordo, è caro e non può montare processori molto
> veloci o multicore pesante, visto che se non mi sbaglio sono arrivati a
> 22 core...
>

Ma senza arrivare agli estremismi dei 20 core, magari anche un dual
processor da 10 core per alcune applicazioni è meglio di un single da 20...

--
La fatica fisica appaga lo spirito ed avvicina alla saggezza. Solo
soffrendo acquisisci la forza morale che scaturisce dall'autodominio.
mr 10 Apr 2017 16:35
Il giorno sabato 8 aprile 2017 18:49:48 UTC+2, Arruba ha scritto:

> È sempre pieno di articoli - l'ultimo su Affari e Finanza di Repubblica
> del 27 marzo - che suggeriscono che Apple stia studiando di passare a
> processori che si fa da sola, visto che Intel è ferma sullo sviluppo.

Ammesso che Apple abbia da subito la capacità tecnica per fare concorrenza a
Intel e produrre CPU migliori di uno Xeon (e relativi chipset), come potrebbe
mai recuperare i costi di sviluppo e produzione dei processori "top" senza i
milioni di pezzi di installato in PC, server e workstation? Questa mossa
riguarda probabilmente i soli processori per iPhone e tablet.

m.
Arruba 10 Apr 2017 19:06
mr <m.ridoni@gmail.com> wrote:

> Il giorno sabato 8 aprile 2017 18:49:48 UTC+2, Arruba ha scritto:
>
>> È sempre pieno di articoli - l'ultimo su Affari e Finanza di Repubblica
>> del 27 marzo - che suggeriscono che Apple stia studiando di passare a
>> processori che si fa da sola, visto che Intel è ferma sullo sviluppo.
>
> Ammesso che Apple abbia da subito la capacità tecnica per fare concorrenza
> a Intel e produrre CPU migliori di uno Xeon (e relativi chipset), come
> potrebbe mai recuperare i costi di sviluppo e produzione dei processori
> "top" senza i milioni di pezzi di installato in PC, server e workstation?
> Questa mossa riguarda probabilmente i soli processori per iPhone e tablet.
>
> m.

sugli articoli ci sono osservazioni diverse.
E sull'ultimo MacBook Pro c'è già uno dei loro processori per pilotare
la touch bar.
Chi vivrà vedrà.

--
I'll have mine stirred, not shaken, and with two olives.
<http://www.robertocipriani.it/>
mr 13 Apr 2017 12:20
Il giorno lunedì 10 aprile 2017 19:06:06 UTC+2, Arruba ha scritto:

> sugli articoli ci sono osservazioni diverse.

Senza offesa, ma parliamo di Affari e Finanza di Repubblica, dal punto di vita
tecnologico non esattamente una testata di punta. Altri commentatori sono molto
più cauti.

> E sull'ultimo MacBook Pro c'è già uno dei loro processori per pilotare
> la touch bar.

La touch bar potresti pilotarla quasi con qualsiasi cosa, è in linea con quello
che sostengo io. Poi, intendiamoci. se vogliamo dire che CPU come gli attuali e
futuri ARM, nelle versioni di punta, accoppiati a una buona GPU, possano
tranquillamente reggere il carico dell'utente di fascia me*****-bassa(scrittura,
e-mail, web browser, ecc.) sono completamente d'accordo, del resto se ce la fa
un Chromebook e se Microsoft sta spingendo su Continuum... Il problema è se
quell'utente pretende, per così dire, di far girare Photoshop o simili.

> Chi vivrà vedrà.

Su questo siamo d'accordo :-)


m.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Dedicato agli utenti della Mela | Tutti i gruppi | it.comp.macintosh | Notizie e discussioni macintosh | Macintosh Mobile | Servizio di consultazione news.